Lo stesso giorno, in quello stesso ospedale

06/04/2017

La vita è un’altalena di emozioni, belle e meno belle che di solito si rincorrono e si alternano. Ma non sempre. In ospedale si può entrare con stati d’animo diversi e opposti. Lieto se aspetti un figlio o preoccupato se il figlio è in pericolo. Papà Salem e mamma Hakima li hanno provati entrambi, nello stesso luogo e momento. Salem risiede ad Ancona ormai da anni ma la sua famiglia era rimasta in Algeria, fino al 12 agosto, quando sua moglie Hakima e il loro piccolo Rayan, di 1 anno, arrivano precipitosamente al pronto soccorso della città marchigiana, lei perché in dolce attesa del secondo bambino e il figlio per un problema all’occhio.
Entrambi ricoverati, stesso ospedale, stesso giorno con batticuore di segno diverso. Finché tutta la famiglia viene accolta a Casa Ronald Roma Palidoro: “Una manna dal cielo! - dicono - Aiutano tutti allo stesso modo indipendentemente dalla loro provenienza. E tutta la famiglia conta, non solo il malato. Qui abbiamo potuto vivere la quotidianità in riservatezza”. Rayan ora sta bene, non gli manca nulla e gioca con gli altri bambini della Casa. E papà Salem? Finalmente riesce a dormire, ora in Casa Ronald... dove tutti insieme hanno festeggiato la nascita del neo fratellino Amin, il nuovo batuffolino di casa, appena un mese fa! Casa Ronald è la sua prima casa.