Vengo per aiutarli ma loro aiutano me

14/09/2016

Potete immaginare un dolore che agisce come una medicina? Lo ha sperimentato Patrizio, volontario di Casa Ronald Roma Palidoro. Ci spiega: “Una cara amica mi ha parlato di questa bella realtà: vado, vedo... e ragiono. Reduce da una separazione, qui capisco che nella vita ci sono altri problemi. Decido di provare a condividerli e, dopo un paio di mesi, ora sono sereno e proteso verso gli ospiti della casa, penso solo ai dolori e ai sorrisi che si vivono qui.” Patrizio viene da altre esperienze di volontariato, WWF, Codacons, Associazione Robin-Hood e i Due Liocorni di cui è presidente. Eppure sa ancora stupirsi ed emozionarsi: “C’è una ragazza con grandi problemi di deambulazione, molto bella e ancora più meravigliosa perché sorride sempre, a chiunque. Anche i genitori sono sereni. Quel sorriso dà la carica a tutti: non è rassegnazione, è accettare una situazione, lottare insieme per migliorare. È di grande insegnamento.” E tra tanti dubbi Patrizio ha una certezza: Casa Ronald per me è calore umano. Se vi è un Dio sicuramente si compiacerà di tanta bontà.”